> Accesso webmail
Guida Servizi agli Immigrati

Il giorno 22 giugno 2013, in occasione del Convegno “Pensare WelFare Sociale 2011” è stata presentata e distribuita ai presenti la Guida ai Servizi per Immigrati del Distretto Socio-Sanitario RM G6. Questo manuale vuole attuare modalità comunicative nuove e dirette alla popolazione immigrata, quale strumento di empowerment per la fruizione dei diritti di cittadinanza. La Guida è strutturata in cinque parti: 1) la parte generale, in cui vengono descritte le procedure per la richiesta della residenza, del permesso di soggiorno di breve e lungo periodo, dei permessi in Questura, del ricongiungimento familiare, dell’iscrizione al Servizio Sanitario (SSN), al sistema scolastico e le procedure per la prima assunzione di lavoratori stranieri; 2) area sociale, in cui vengono presentati i servizi sociali erogati sul territorio distrettuale; 3) area sanitaria, in cui vengono presentati i servizi sanitari erogati sul territorio distrettuale; 4) area lavoro, in cui vengono presentati il Centro per l’Impiego (CpI) il Centro Orientamento al Lavoro (COL) e le agenzie interinali presenti nel territorio distrettuale; 5) Terzo Settore, in cui vengono presentati i servizi Caritas ed i servizi erogati dai Patronati. La Guida è tradotta in inglese, francese, rumeno e bulgaro, le quattro lingue più diffuse tra gli immigrati presenti sul nostro territorio. Il compito di elaborare la Guida è stato dato all’Osservatorio Sociale Distrettuale-SISS. Per ora è possibile reperire il manuale cartaceo presso i Servizi Sociali Comunali, il Segretariato Sociale – PUA e l’Osservatorio Sociale Distrettuale – SISS, prossimamente anche presso strutture pubbliche e private presenti nel territorio del Distretto RM G6, dandovi tempestiva comunicazione. Inoltre, è possibile scaricare il testo integrale della Guida dal sito del Piano di Zona (www.pianodizonarmg6.it).

Tra qualche giorno è possibile scaricare il file della Guida.

 
IN PRIMO PIANO

Si è svolto mercoledì 22 giugno u.s., presso l'Auditorium di Carpineto Romano, il convegno "Pensare WelFare Sociale" - azioni di coesione sociale per affermare i diritti di cittadinanza. Oltre 150 sono stati gli iscritti presenti nel corso della mattinata di studio che ha avuto grande successo.

Interventi brevi ma di sostanza, questa è stata la metodologia comunicativa utilizzata per la presentazione degli atti del convegno presieduto dal Sindaco Quirino Briganti e moderato dall'Assessore alle politiche sociali Annalisa Mancini del Comune di Carpineto Romano, capofila del Distretto Socio-Sanitario RM G6, alla presenza dell'On. Claudio Cecchini, Assessore Provinciale alle Politiche Sociali e per la Famiglia, del Direttore del Distretto Sanitario Dr. Alfredo Maffei e del Coordinatore dell'Ufficio di Piano Dr. Antonio Gagliarducci.

Grande partecipazione dei Sindaci del territorio, degli operatori dei servizi sociali e sanitari, degli operatori dei servizi del Piano di Zona, del terzo settore, della scuola, del sindacato e dell’associazione dei familiari degli utenti dei servizi.

Il materiale del convegno è scaricabile negli allegati.


 
Pensare WelFare Sociale 2011

Il Convegno è promosso dal Comune di Carpineto Romano, Capofila del Piano di Zona del Distretto RM G6, con l'obiettivo di dare continuità alla crescita dei servizi socio-sanitari nel nostro territorio.

Il processo di programmazione del Piano di Zona ha sviluppato e qualificato i servizi socio-sanitari del nostro Distretto, attraverso la programmazione partecipata, coinvolgendo operatori, tecnici ed amministratori di enti ed istituzioni pubbliche e del privato sociale,  per renderli flessibili e adeguati ai bisogni della popolazione.

Tutto questo per valorizzare i punti di forza del Piano di Zona in un’ottica di sviluppo della programmazione futura.

L’iniziativa è rivolta a tutti gli Enti locali, le ASL, le Cooperative sociali, il mondo del Volontariato e dell’Associazionismo, gli Enti Gestori, le Scuole, i Sindacati, le Fondazioni, le Agenzie formative e di ricerca.

Un benvenuto ed un auspicio affinché i percorsi ed i metodi sperimentati con il nostro Piano di Zona in questi anni per la programmazione del sociale divengano patrimonio per tutti.

Scarica la scheda di partecipazione ed inviala all'Osservatorio Sociale Distrettuale-SISS entro il 17 giugno 2011.

Si rilascia attestato di partecipazione.

 
Comune di Carpineto Romano

L'Auditorium, un nuovo spazio per la nostra città.

I lavori, molto complessi ed articolati, che in questi anni hanno interessato la struttura dell ‘Auditorium sono finalmente terminati. L 'opera può, dunque, recuperare una sua centralità culturale per la quale era stata ideata e costruita. All'interno della struttura, nei vari spazi che la compongono, potranno trovare posto attività culturali, musicali, teatrali, cinematografiche, convegnistiche ed espositive. In uno dei piani superiori verrà ubicata la Piazza telematica che permetterà una più dinamica fruizione della rete. L 'Amministrazione Comunale ha, inoltre, aderito all'iniziativa di cinematografia digitale "un comune, uno schermo", progetto con il quale puntiamo a riportare il Cinema, con schermo digitale, nella nostra comunità. Sono in corso contatti ed è stata formalizzata l'adesione all'Atcl per promuovere il Teatro e contestualmente è in via di perfezionamento un'esperienza di collaborazione sperimentale con l'Auditorium di Roma.Il Centro ospiterà i lavori dell'Istituto Culturale Leone XIII e dovrà diventare un punto di riferimento come Centro di Studi Sociali ricercando collaborazioni con istituti di formazione Universitaria. L'obiettivo, con l'utilizzo polivalente della sala, è quello di creare le premesse per favorire lo scambio intergenerazionale ed interculturale al fine di promuovere un utile azione di coesione sociale a vantaggio della nostra comunità e dell'intera area lepina.

Allegati:
Scarica questo file (auditorium_web.pdf)auditorium_web.pdf
 
Affido Familiare

Il  progetto “Polo Affidi” è stato istituito su iniziativa della Provincia di Roma nell’anno 1998. Si tratta di un progetto sovradistrettuale relativo ai distretti RM G4 ,G5, G6.

Gli interventi del Polo Affidi sono stati realizzati in una prima fase presso il consultorio familiare di Palestrina,

successivamente nella sede messa a disposizione dalla ASL RM/G in via Porta S. Martino. Attualmente la sede del Polo Affidi è a Valmontone in via Via Porta Napoletana presso i locali del Consultorio Familiare ASL/RM G.

Il progetto rientra in una serie di iniziative di cui la Provincia di Roma si è fatta promotrice per valorizzare l’affidamento familiare, che costituisce uno strumento prezioso per la prevenzione del disagio minorile.

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 21 22 23 24 Succ. > Fine >>

Pagina 23 di 24