> Accesso webmail
CALENDARIO SPORTELLI DONNA


 


"Il filo di Arianna"


Ascolto Itinerante  per  contrastare la violenza di genere

 

CALENDARIO SPORTELLI

 

FEBBRAIO 2014

- CARPINETO ROMANO: giovedì pomeriggio (gg. 13 e 27 / h 15.00-17.00);

- COLLEFERRO: martedì pomeriggio (gg. 4 e 18 / h 15.00-17.00)

- LABICO: lunedì mattina (tutti / h 10.00 - 12.00) e giovedì pomeriggio (tutti / h 15.00 - 17.00).

 

MARZO 2014

- CARPINETO ROMANO: giovedì pomeriggio (gg. 11 e 25 / h 15.00-17.00);

- COLLEFERRO: martedì pomeriggio (gg. 6 e 20 / h 15.00-17.00);

- LABICO: lunedì mattina (tutti / h 10.00 - 12.00) e giovedì pomeriggio (tutti / h 15.00 - 17.00).

 

APRILE 2014

- CARPINETO ROMANO: giovedì pomeriggio (gg. 3 e 17 / h 15.00-17.00);

- COLLEFERRO: martedì pomeriggio (gg. 8 e 22 / h 15.00-17.00);

- LABICO: lunedì mattina (tutti / h 10.00 - 12.00) e giovedì pomeriggio (tutti / h 15.00 - 17.00).

 

Farà seguito il calendario aggiornato con l’orario estivo.

 
BANDI DI GARA 2014

 

SCARICA I BANDI DI GARA ALLEGATI

 
INAUGURAZIONE CENTRI ANTIVIOLENZA

SCARICA ANCHE LA BROCHURE DELL'EVENTO

 
dalla Regione....

ANAGRAFE DEI SERVIZI SOCIALI E CARTELLA SOCIALE INFORMATIZZATA

Al via nel Lazio l’Anagrafe dei servizi sociali e la Cartella sociale informatizzata: lo stabilisce una delibera proposta dall’Assessore alle Politiche sociali Rita Visini e approvata oggi dalla Giunta regionale. A partire dal 31 luglio prossimo il Sistema informativo dei servizi sociali del Lazio si doterà di due nuovi strumenti per la pianificazione e la gestione del sistema regionale integrato dei servizi sociali.

 

 
Il Piano di zona

Il Piano di Zona è lo strumento fondamentale per definire e costruire il sistema integrato di interventi e servizi sociali così come disposto dalla L. n. 328 dell'8 novembre 2000; un sistema che mette in relazione i vari soggetti operanti sul territorio, istituzionali e non, con l'obiettivo di sviluppare e qualificare i servizi sociali per renderli flessibili e adeguati ai bisogni della popolazione. L'ambito ottimale di intervento è stato individuato dall'art. 8 della L. n. 328/2000 nel Distretto Socio-Sanitario, coincidenti con i vecchi comprensori sanitari: il Distretto Socio-Sanitario RM G6 è il vecchio comprensorio RM 30. In quest'ottica, i Comuni associati a livello del distretto, programmano il sistema dell'offerta al cittadino in area sociale, e in collaborazione con le ASL integrano la programmazione sociale con quella sanitaria per offrire risposte unitarie e coerenti al bisogno di salute e benessere dei cittadini di uno stesso territorio. Il Piano di zona è lo strumento di pianificazione che tiene conto delle caratteristiche, dei problemi, dei bisogni e delle risorse del territorio. La ripartizione delle spese e i finanziamenti Dal 2008 il Piano di Zona avrà durata triennale con aggiornamento annuale.

Di seguito il Piano di Zona 2012-2014, approvato dalla Regione Lazio con det. n. B08898/2012.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 Succ. > Fine >>

Pagina 6 di 7